Usa 2020, immobiliare al massimo dal 2006. Più 22,2% sul 2019

Monitor Immobiliare – 25/01/2021

Segnali di un importante crescita giungono dal mercato immobiliare statunitense. Le vendite di case esistenti negli Stati Uniti hanno registrato a dicembre un aumento dello 0,7% rispetto al mese precedente, secondo quanto comunicato dall'Associazione Nazionale Agenti Immobiliari (NAR), dopo il -2,2% riportato a novembre. 
A dicembre sono state vendute 6,76 milioni di unità rispetto ai 6,71 milioni di novembre superando le aspettative. Su base annua, le vendite sono salite del 22,2%, rispetto a dicembre 2019.
"Le vendite di case sono, aumentate a dicembre e per l'intero 2020, hanno visto raggiungere i livelli più alti dal 2006, nonostante la pandemia - ha affermato capo economista di NAR, Lawrence Yun, - La cosa positiva è che è probabile che questo slancio continui nel nuovo anno, con più acquirenti che dovrebbero entrare nel mercato".